Ritorna èStoria

Ritorna èStoria

“Italia mia” è il titolo scelto per l'edizione 2017 di èStoria, in programma a Gorizia dal 25 al 28

maggio 2017. Giunta alla XIII edizione, il Festival èStoria riflette nuovamente su un tema che non può lasciare indifferenti: Italia mia sarà l’occasione per riflettere sull'identità italiana. Quattro giornate in cui la città di Gorizia sarà animata da circa 150 eventi tra convegni, presentazioni, dialoghi, spettacoli, mostre, proiezioni di film e altre iniziative, 200 ospiti, tra storici, giornalisti, studiosi, autori, artisti e testimoni che contribuiranno ad animare gli incontri della manifestazione.

La manifestazione, diretta da Adriano Ossola e organizzata dall’Associazione culturale èStoria, vuole portare al centro della scena la storia come motivo di dialogo e Gorizia come luogo d’incontro.
“Crediamo fermamente che la riflessione sull'identità italiana sia il tema politico-storiografico più rilevante di oggi, nel turbine di un tempo che accelera le trasformazioni, gli equilibri geopolitici mondiali e in un momento in cui qualcuno prefigura l’inabissamento definitivo della nazione”. Adriano Ossola, ideatore e direttore del Festival èStoria
Interrogarsi sull'identità italiana è una sfida complessa e appassionante che il Festival si è posto, convinto che un simile argomento vada affrontato senza retorica o assunti pregiudiziali, smontando stereotipi e luoghi comuni ma chiedendosi allo stesso tempo quali ne siano le origini. Come si coniuga l'essere italiani con l'amore per il campanile e gli spiccati sentimenti di appartenenza al “campanile”? Quale dialettica può rivelarsi costruttiva per superare l'apparente contrasto tra Europa e sentimento nazionale? Sono alcune domande che necessitano di risposte date con consapevolezza, conoscenza del passato e sguardo limpido sulla contemporaneità. Un compito che èStoria affiderà a oltre 200 ospiti: storici, giornalisti, studiosi, autori, artisti e testimoni che contribuiranno ad animare gli incontri della manifestazione.

Il Festival sarà inoltre un crocevia di collaborazioni culturali con numerosissime realtà. Inizia infatti con quest'edizione un partenariato che in forma di associazione temporanea di scopo rafforzerà la manifestazione in diverse aree tematiche: ne faranno parte insieme a èStoria la Società Friulana di Archeologia, l'Associazione Palazzo del Cinema/Hiša Filma, il Collettivo Terzo Teatro, la Fondazione Pot Miru/Sentiero di Pace (Caporetto) e la Fondazione Giangiacomo Feltrinelli.
All'associazione temporanea di scopo si aggiungono le collaborazioni con oltre settanta associazioni culturali, centri di ricerca, case editrici e realtà collegate al mondo della cultura.

Tra le attività proposte in collaborazione, di particolare valenza gli eventi realizzati d'intesa con la Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia in occasione della mostra Gorizia Magica. Libri e giocattoli per ragazzi 1900-1945.